Mustique, l’isola che non c’è

Ai Caraibi c’è un’isola diventata meta per turisti molto facoltosi e spesso famosi che apprezzano la sua vocazione alla riservatezza
Si è affermata negli anni come uno dei paradisi della privacy. E non a caso la regina Margaret, sia nella realtà sia sul piccolo schermo, la elesse a isola rifugio,
perché Mustique di fatto è un’isola privata in cui non sono ammessi paparazzi ed è vietato far librare in volo i droni.
Le sue spiagge caraibiche sono riuscite così nel tempo ad attirare un turismo molto ricco e in diversi casi famoso. Oltre alla regina Margaret.
Mustique deve la sua attuale popolarità all’intuizione di Colin Tennant un lord inglese che nel 1958 la acquistò per 45mila sterline, cioè poco più di un milione di dollari attuali. Una cifra non stratosferica, ma occorre notare che al tempo sull’isola non c’era davvero nulla; era un paradiso naturale totalmente incontaminato, senza acqua corrente né strade.
L’intenzione iniziale di Tennant era quella di creare una piantagione di cotone. Ma ben presto si rese conto che non era possibile e iniziò invece a immaginarla come una destinazione turistica di lusso. Un processo accelerato dalla decisione della principessa Margaret, amica di lunga data di Tennant, di costruire proprio a Mustique un’enorme proprietà da sogno. Tennant da parte sua donò alla principessa un lotto di terra da circa 40mila metri quadrati.
Così dagli anni Sessanta le visite della principessa diventarono via via più frequenti. E a dispetto dell’attuale riservatezza, l’isola nel 1976 finì sulle pagine di diversi tabloid poiché Margaret vi fu fotografata insieme a Roddy Llewellyn, suo compagno dell’epoca di diciassette anni più giovane di lei.
Da diversi decenni l’isola è gestita dalla Mustique Company, società fondata dallo stesso Tennant, i cui azionisti ora sono i proprietari delle case che vi sorgono. Già, perché di fatto è possibile imbattersi una serie piuttosto corposa di ville che non facciamo fatica a definire da sogno.
Alcune di queste (ne vedete di stratosferiche nella gallery) sono state progettate da un architetto vicino a Tennant, Oliver Messel, fra cui quella della principessa. Les Jolies Eaux, così si chiama, è una villa con due piscine e sei camere da letto. Come molti altri edifici sull’isola, si può affittare, ma occorre mettere in conto una spesa cospicua: per le settimane che includono natale e Capodanno, il costo – a settimana – è di 64.500 dollari. Pasti e volo, esclusi. È invece compresa l’attività di 5 membri dello staff, tra cui uno chef, uno maggiordomo, un giardiniere e due donne di servizio.
Cosa fanno i turisti a Mustique? Innanzitutto si godono un po’ di pace e riservatezza sulle isole nient’affatto affollate, e poi vanno in barca e a cavallo. I ristoranti sull’isola non sono numerosi; un punto di riferimento è il Basil’s, dove non è consentito scattare fotografie.
Che cosa non può mancare in un luogo cosi?
Ovviamente degli occhiali da sole ! Ecco quali vi consigliamo in linea con un mood chic come quello descritto. Le nostre “TOKYO BLACK PINK”, per una donna egocentrica e sensuale. Le “SANTO DOMINGO BLACK ARANCIONE”, per un uomo che ama colori sgargianti ma allo stesso tempo con una montatura tradizionale.

Trova il tuo modello preferito e scopri tutti i dettagli sul prodotto